COMPOSITRICI  DEL  SEICENTO  IN EUROPA 

MOSTRA  A CURA DI
Antonietta Berretta

2000

La mostra è stata realizzata dall’Istituto di Studi Superiori Musicali “Conservatorio Guido Cantelli” di Novara e inserita nelle attività di produzione artistica. L’iniziativa è stata ospitata con successo in diverse città d’Italia, riscuotendo interesse anche da parte di un pubblico di non esperti, ma amante della musica e attento al contributo musicale femminile nella storia e nella società.

Il materiale documentario è costituito dalle biografie di quaranta compositrici tra cui spiccano Caterina Assandra, Chiara Margherita Cozzolani, Rosa Giacinta Badalla, Francesca Caccini, Antonia Bembo, Isabella Leonarda, Élisabeth Claude - Jacquet de La Guerre, Barbara Strozzi. Tutte europee (molte italiane e soprattutto dell’area milanese), laiche e religiose, nate o comunque in attività nel ‘600. Personalità che non hanno mai goduto di un giusto riconoscimento, appartenenti per la maggior parte a un ceto sociale elevato, accomunate dal sentimento religioso e dal desiderio di esprimere e coltivare la passione per la musica. Hanno scritto musica vocale e strumentale, sacra e profana, da ballo e da teatro.

Bibliografie, immagini di frontespizi, spartiti di opere di pittrici coeve completano e arricchiscono la mostra.

La mostra, corredata dal relativo Catalogo

 inaudita musica compositrici del 600 i europa

In-audita musica : compositrici del '600 in Europa : catalogo della Mostra / a cura di Antonietta Berretta. - Milano : Edizioni ET, 2000. - 63 p. : ill., mus. ; 24 cm. ((Mostra itinerante. - In testa al front.: Conservatorio Statale di Musica "Guido Cantelli", Novara.

e da un CD intitolato Donne Barocche (con Roberta Invernizzi e l’Ensemble Bizzarrie Armoniche, etichetta Opus 111) 

donne barocche

Donne barocche / Roberta Invernizzi ; Bizzarrie Armoniche. - France : Opus 111, p2001. - 1 compact disc (68 min., 58 sec.) ; 12 cm. + 1 fasc. ((Contiene brani di: Elisabeth-Claude Jacquet de la Guerre, Barbara Strozzi, Antonia Bembo, Rosa Giacinta Badalla, Isabella Leonarda, Bianca Maria Meda. - N.e.: OP30341.

è costituita da 22 pannelli - dotati di catenelle - di 100x70 cm ciascuno, contenuti in due scatoloni di legno facilmente trasportabili (con le seguenti misure:  78 cm di altezza, 108 cm di larghezza, 11 cm di profondità) e del peso di circa 20 chilogrammi l’uno. 

È possibile noleggiare il materiale della mostra contattando il Conservatorio.

 

 

COMPOSITRICI DEL SETTECENTO IN EUROPA

 

MOSTRA A CURA DI
Antonietta Berretta, Patrizia Florio, Pier Giuseppe Gillio
21 novembre - 21 dicembre 2004
 

 

La mostra prosegue, a distanza di quattro anni dalla realizzazione della precedente intitolata Compositrici del Seicento in Europa, il lavoro di ricerca svolto all’interno dell'ISSM "Conservatorio Guido Cantelli" di Novara sulle compositrici del Settecento. Scopo della mostra è la diffusione e la conoscenza di questo repertorio musicale femminile confinato, per non dire sepolto, da tempo immemore negli archivi e nelle biblioteche.
Il percorso della mostra presenta, attraverso immagini e brevi biografie, quaranta compositrici europee, scelte come personaggi esemplificativi della creatività musicale femminile nel secolo dei lumi. Vengono così delineati gli spazi pubblici e privati che in tutta Europa sono palcoscenico di nuove offerte musicali e di nuovi saggi esecutivi, in cui donne e uomini cominciano a esibirsi in una condizione di parità che non ha precedenti storici. Se come virtuose cantatrici e strumentiste le porte si aprono in tutta Europa, non altrettanto succede per la composizione. Nei teatri le donne entrano eccezionalmente come autrici, mentre possono presentare le loro opere nelle accademie di corte o di nobili mecenati e nelle sale pubbliche da concerto, come quelle celebri di Parigi e Londra.
Nella maggior parte dei casi le compositrici appartengono all’aristocrazia o sono “figlie d’arte”; nelle corti o in famiglia ricevono 
una formazione musicale completa, non solo legata alla tecnica strumentale, ma estesa anche alla composizione.

Il rigoroso aspetto della ricerca è rappresentato dal catalogo, in cui le biografie delle compositrici sono più estese di quelle che per ragioni di spazio appaiono nei pannelli. Le schede sono inoltre completate da apparati bibliografici che intendono fornire una più ampia panoramica del numero, della distribuzione e della diffusione delle fonti: dal catalogo delle opere, alle edizioni moderne disponibili, alla discografia.

 

compositrici 700 in europa

 

In-audita musica: compositrici del Settecento in Europa : catalogo della Mostra / a cura di Antonietta Berretta, Patrizia Florio, Pier Giuseppe Gillio. - Novara : Istituto superiore di studi musicali conservatorio Guido Cantelli, [2004]. - 76 p., [8] c. di tav. : ill. ; 24 cm. ((Tenuta a Novara nel 2004. - In testa al front.: Istituto superiore di studi musicali conservatorio Guido Cantelli di Novara.

 

Il materiale della mostra, corredata dal relativo Catalogo, è costituito da 20 pannelli - dotati di catenelle - di cm 100x90 ciascuno, contenuti in uno scatolone di legno facilmente trasportabile.

 

È possibile noleggiare il materiale della mostra contattando il Conservatorio.